La Moda e l’Italianità

A
A

La moda è in continua evoluzione.

È come un vortice che trasporta insieme a se tutto quello che trova, immischiando tessuti, colori, fantasie, stili e togliendo fuori un mix di tendenze spesso inaspettato, ma che non puoi quasi fare a meno di seguire.
Qualcuno disse che essere alla moda vuol dire indossare un abito in cui ti senti bene con te stessa, qualsiasi esso sia.

E forse è proprio così.

Chi è dietro le collezioni, chi inventa un capo, chi si lega all’innovazione ricavando stoffe da quello che la natura offre, chi segue invece lo stile tradizionale fa uno studio importante rispondendo probabilmente a quella che è la domanda sul mercato, e a volte però decide di inventarla.
L’Italia in fatto di moda è sempre stata una delle Nazioni più invidiate, gli stilisti Italiani conosciuti e riconosciuti in tutto il mondo grazie alla valorizzazione della propria Terra non sono per niente pochi, anzi.

Infatti le Maison italiane sono diventate delle vere e proprie multinazionali: Gucci, Fendi, Versace, Dolce & Gabbana, Ferrè, Missoni, Trussardi, Moschino, Paciotti, Cavalli, Armani e tantissimi altri ancora…

Boutique che sembrano delle vere e proprie opere d’arte.

Sognare di fare shopping nelle vie dei centri Italiani, divenuti delle vere e proprie metropoli, è il sogno di moltissimi (tra uomini e donne), perché immaginate di immergervi in un paese in cui sia presente cultura, gastronomia, arte, e ci si ritrova quindi a passeggiare in una cornice magica ed inaspettata per poi entrare in negozi che sembrano dei veri e propri musei, lasciandosi coccolare e consigliare al meglio.

I tessuti Made in Italy, la lavorazione Made in Italy fanno gola a molti, soprattutto al mercato estero. Probabilmente non a caso l’Italia è proprio la Nazione a forma di stivale (?).

Dalle pelli pregiate alle stoffe dai tessuti meravigliosi.

L’industria Made in Italy è una garanzia, infatti il marchio è utilizzato spesso proprio come per sottolineare la qualità del prodotto.

Una famosa canzone di Gaber recitava “io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono”.

E voi?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi -25% Sconto

+ Spedizione Gratis

Offerta Flash



Main Menu x
Apri la chat